Discopatie, protrusioni ed ernie lombari in PALESTRA: Cosa fare e cosa Non far

Ciao e benvenuto in questo nuovissimo articolo in cui parliamo di come comportarsi in presenza di discopatie, protrusioni ed ernia lombare in palestra.

INDICE ARTICOLO

All’interno di questo articolo vedremo:

  1. Cosa si intende per discopatia, protrusione ed ernia lombare;
  2. Quale di queste problematiche causa più dolore e perché;
  3. 3 Cose da fare in palestra se hai una discopatia, una protrusione o un’ernia lombare;
  4. 3 Cose da NON fare in palestra se hai una discopatia, una protrusione o un’ernia lombare;
  5. Il Metodo Salva Schiena e come iniziare a metterlo in pratica.

COSA SI INTENDE PER DISCOPATIA?

Con il termine generico discopatia ci si riferisce a qualsiasi problematica degenerativa e progressiva a carico di un disco intervertebrale, che può essere a qualsiasi altezza della colonna.

COSA SI INTENDE PER PROTUSIONI?

La protrusione (discale) è la discopatia più comune.

E’ la fuoriuscita di un disco intervertebrale dalla propria sede.

COSA SI INTENDE PER ERNIA LOMBARE?

Anche l’ernia lombare fa parte delle discopatie.

Se la degenerazione del disco comprende una rottura dell’anello fibroso allora il nucleo polposo va a invadere lo spazio circostante.

Con la dicitura ernia lombare ci si riferisce a un’ernia presente nel cosidetto tratto lombare (che comprende 5 vertebre).

QUALE DI QUESTE 3 PROBLEMATICHE E’ LA PIU’ DOLOROSA?

A dirla tutta possono essere tutte dolorose.

Quella che ha più probabilità di diventare dolorosa è l’ernia lombare.

Per capire il perché ti rinfresco velocemente com’è fatto un disco intervertebrale.

CHE COS’E’ E COM’E’ FATTO UN DISCO INTERVERTEBRALE?

Il disco intervertebrale è una struttura fibrocartilaginea posta tra 2 vertebre.

La sua funzione è quella di ammortizzare il carico, i possibili traumi e rendere più flessibile la colonna vertebrale.

Da quanto ti ho appena detto puoi ben capire quanto la salute dei dischi sia importante per la salute della tua colonna, della tua schiena e il tuo benessere generale.

La struttura di un disco intervertebrale è molto semplice.

C’è un anello fibroso al cui interno è presente un nucleo polposo (fatto per il 95% di acqua.

Se per qualsiasi motivo il disco fibroso si rompe, il nucleo polposo invade lo spazio circostante andando a compimere le radicole nervose.

Questo può provocare molto dolore e disagio.

QUAL’E’ IL DOLORE TIPICO DELL’ERNIA LOMBARE?

Nel caso di un’ernia lombare ci può essere la compressione del nervo sciatico con il dolore che oltre alla schiena si irradia lungo una gamba (se vuoi approfondire l’argomento sciatalgia ti consiglio di leggere questo articolo:

“4 Esercizi per il nervo sciatico – SCHEDA COMPLETA”

DISCOPATIE, PROTRUSIONI ED ERNIE LOMBARI IN PALESTRA: COSA NON FARE

Ora che abbiamo visto:

  1. Che cos’è una discopatia;
  2. Che cos’è una protrusione;
  3. Che cos’è un’ernia lombare;
  4. Quale di queste 3 può provocare più dolore e come;

vediamo come dovresti comportarti in palestra in presenza di queste 3 problematiche.

1° COSA DA NON FARE: NON CARICARE TROPPO LA COLONNA VERTEBRALE CON ESERCIZI COME LO SQUAT E LO STACCO

Attenzione!

Non ti ho vietato in maniera assoluta di fare questi esercizi.

Ci tengo a essere chiaro!

Se hai discopatie, una protrusione o peggio ancora un’ernia lombare e vai in palestra, dovresti cercare di ridurre i carichi sulla colonna vertebrale.

Se ti alleni in palestra cerca:

  1. Di trovare la quantità e la proporzione giusta di esercizi che caricano la colonna vertebrale (esercizi che caricano la colonna sono tutti quegli esercizi dove hai un bilanciere posto sul trapezio, come lo squat, gli affondi con bilanciere, il calf con bilanciere, ecc…);
  2. Agli esercizi sopracitati preferisci, quando possibile, le varianti goblet, con manubri o kettlebell;
  3. Mantieni sempre la tecnica corretta il più possibile.

2°COSA DA NON FARE: NON SOLLECITARE TROPPO L’ILEOPSOAS

Questo secondo punto vale soprattutto se la discopatia, la protrusione o l’ernia si trovano a livello lombare.

L’ileopsoas è un muscolo che origina dai processi trasversi delle vertebre lombari e si inserisce sul piccolo troncare femorale.

La sua funzione principale è quella di flessore dell’anca.

Viene sollecitato molto quando flettiamo il busto sulle cosce o, viceversa, flettiamo le cosce sul busto.

Tradotto in termini pratici, esercizi in palestra che stimolano fortemente l’ileopsoas sono:

  1. I Sit-Up e varianti varie;
  2. I leg raises e varianti varie.

Attenzione!

Non ti sto dicendo che devi mettere una croce su questi esercizi.

Ti sto solo dicendo di farli con intelligenza e, magari, farti seguire da un professionista del movimento per impararli in modo corretto (anche perché, a mio avviso, possono essere i migliori esercizi per allenare core e addominali).

3°COSA DA NON FARE: ATTENZIONE AGLI ESERCIZI PER I MUSCOLI LOMBARI

Questo punto vale in particolar modo se la tua problematica si trova a livello lombare, ma non solo.

Devi sapere che la maggior parte delle persone ha la catena posteriore già di per sé molto tonica e accorciata, della catena posteriore fanno parte anche i muscoli lombari (muscoli della bassa schiena tanto per intenderci) e non ha senso allenarli troppo.

Se vuoi approfondire e capire che cos’è la catena posteriore puoi leggere l’articolo approfondito:

“Catena Muscolare Posteriore: che cos’è, perché è importante | 3 ESERCIZI”

DISCOPATIE, PROTRUSIONI ED ERNIE LOMBARI IN PALESTRA: COSA FARE

Ora che abbiamo visto cosa non fare in caso di queste 3 problematiche, vediamo che cosa invece è consigliato fare.

1°COSA DA FARE: MOBILIZZARE IL BACINO ED ALLUNGARE I MUSCOLI DELLA SCHIENA

Se hai un’ernia lombare, una protrusione o una più generica discopatia, tra le cause è molto probabile ci sia una rigidità della muscolatura, venutasi a creare nel tempo.

Posture scorrette, movimenti errati e sedentarietà sono molto diffuse oggi.

Per questo ti consiglio di svolgere un paio di volte a settimana, o anche tutti i giorni se ne hai la possibilità, esercizi che mirino ad allungare i muscoli della schiena.

All’interno del mio personale Metodo Salva Schiena questo è un pilastro portante.

Per questo ho creato una serie di 3 Video Lezioni Gratuite dove ti mostro anche una routine specifica con cui puoi fare questo.

2°COSA DA FARE: RINFORZARE I MUSCOLI DELLA SCHIENA

Rinforzare i muscoli della schiena, e il core, è importantissimo.

Oggi la persona media ha questa parte del corpo molto debole e in disequilibrio.

Non è un caso se discopatie, protrusione ed ernie sono diffuse letteralmente come una piaga.

Ecco perché un altro pilastro del Metodo Salva Schiena prevede di rinforzare i muscoli della schiena.

Ti mostro questo pilastro all’interno delle 3 video-lezioni di prova gratuita.

Trovi l’accesso di seguito:

3°COSA DA FARE: MIGLIORA LA TUA POSTURA

La maggioranza delle problematiche articolari come discopatie, protrusioni, ernie, artrosi, ecc…sono dovute ad una postura scorretta.

Pensaci un po’…

E’ come avere una macchina che gira su degli assi storti.

Le gomme e tutti i meccanismi si usurano in maniera asimmetrica e mandi a scatafascio l’auto prima del previsto.

La stessa cosa succede per il corpo.

Per questo devi assolutamente fare regolarmente esercizi posturali.

In tal modo avrai anche un corpo più bello, più armonico e con meno problemi.

Ecco perché questo è il terzo pilastro del Metodo Salva Schiena.

Ti mostro questo pilastro all’interno delle 3 video-lezioni di prova gratuita.

Trovi l’accesso di seguito:

SQUAT E STACCO SE HAI MAL DI SCHIENA

Sopra ti ho accennato al fatto che sarebbe bene limitare e non abusare dello squat e dello stacco da terra se hai discopatie, protrusioni o ernie lombari.

Un po’ diversa potrebbe essere la situazione nel caso tu soffrissi di un “semplice” mal di schiena.

A tal proposito voglio raccontarti un aneddoto molto personale.

Devi sapere che nella mia adolescenza e post adolescenza ho sofferto in maniera molto prepotente di mal di schiena per circa 6 anni.

In questo periodo mi erano stati sconsigliati fortemente esercizi come squat e stacco da terra.

Sono sincero, mene fregai e feci molto di testa mia e, relativamente in poco tempo, realizzai che il mio mal di schiena, invece di peggiorare come mi avevano pronosticato, migliorava con la pratica di questi esercizi.

Come mai?

Ne parlo approfonditamente in 2 articoli dedicati:

PLANK E ERNIA AL DISCO

Se ti alleni a casa o in palestra ti sarai forse chiesto:

“ma se voglio allenare gli addominali e ho un’ernia lombare?”

Forse ti avranno consigliato il plank…

A tal proposito ho dedicato un articolo dove te ne parlo dettagliatamente:

“Plank e ernia al disco: si può fare?”

ERNIA CERVICALE E ALLENAMENTO IN PALESTRA

Rimanendo in tema discopatie, protrusioni ed ernie, queste sono problematiche molto diffuse anche a livello cervicale.

Se questo è il caso, sono certo che potrai trarre giovamento mettendo in pratica il bonus dedicato alla ginnastica cervicale presente all’interno delle video-lezioni del Metodo Salva Schiena.

Se ti fa piacere ti invito a provare le 3 video-lezioni gratuite:

CONCLUSIONI

Anche per oggi è tutto.

Spero davvero di averti dato un po’ di linee guida utili a proposito di discopatie, protrusioni e ernie lombari.

Se hai altre domande specifiche puoi scriverle sotto nei commenti e sarò felice di risponderti e supportarti.

In caso contrario ti invito ad iscriverti alle 3 video-lezioni di prova del Metodo Salva Schiena per mettere in pratica, in modo sicuro e guidato da me, i 3 pilastri del Metodo.

Grazie per l’attenzione.

Grazie a Coach Miletto per la sua partecipazione.

Se l’articolo ti è piaciuto e l’hai trovato interessante, condividilo con qualcuno a cui pensi potrebbe essere utile.


Articolo a cura di Mattia Babetto Personal Trainer, esperto in ginnastica posturale e di Functional Training. Co-fondatore di fisicofunzionale.com

ADD COMMENT