Esercizi per eliminare le CULOTTE De Cheval

Non esistono esercizi specifici per eliminare le culotte de cheval!

Questa è la verità.

So che forse non ti piace ma ci tengo ad essere sincero con te.

Tuttavia esiste un modo per ridurle, o addirittura eliminarle in certi casi.

In questo articolo andremo a vedere:

  • Cosa sono e 8 principali cause delle culotte de cheval;
  • 3 tipologie principali di culotte de cheval;
  • Il rapporto tra culotte de cheval e postura;
  • Culotte de cheval e pressoterapia;
  • Culotte de cheval e pillola anticoncezionale;
  • Gli unici 2 rimedi naturali efficaci;
  • Come trattarle in donne sovrappeso, normopeso o sottopeso

COSA SONE LE CULOTTE DE CHEVAL?

Le culotte de cheval sono dei pannicoli adiposi situati all’altezza del muscolo tensore della fascia lato (esterno coscia).

In termini molto semplici, le culotte de cheval non sono altro che delle riserve di grasso.

Se mi segui da un po’ di tempo sai bene che sono a favore della scienza:

il dimagrimento localizzato non esiste!

Esiste un dimagrimento generale che, con le giuste metodiche e la costanza, può portare anche a perdere grasso nei punti più critici come questo.

8 PRINCIPALI CAUSE DELLE CULOTTE DE CHEVAL?

Non ce n’è una ma un insieme di 2 o più di questi fattori:

  • Postura scorretta;
  • Sedentarietà;
  • Alimentazione scorretta;
  • Genetica
  • Fumo;
  • Cattiva circolazione nelle gambe;
  • Alcool;
  • Calzature non idonee;

Queste sono le 8 principali cause della formazione delle culotte de cheval.

Sulla postura dedico un paragrafo più avanti poiché è una causa solitamente non trattata ma che, a mio avviso, è di cruciale importanza.

Idem sull’importanza di fare attività fisica e mangiare correttamente (ti mostro proprio le 3 componenti che l’attività fisica deve avere per ridurre/eliminare le culotte de cheval).

Come ben saprai fumo, alcool e calzature come i tacchi favoriscono moltissimo la cattiva circolazione (qui trovi 3 Rimedi Naturali per migliorare la circolazione delle gambe).

GENETICA E CULOTTE DE CHEVAL    

Troviamo le culotte de cheval soprattutto nelle donne (in rari casi anche nell’uomo).

Perché?

I soggetti femminili hanno un profilo ormonale estrogenico.

Gli estrogeni favoriscono l’accumulo adiposo soprattutto dalla vita in giù, in alcuni punti critici in particolare come:

  • Sotto i glutei
  • Interno coscia
  • Esterno coscia
  • Polpacci
  • Ecc…

Questo può succedere anche negli uomini con biotipo ginoide.

Ti ricordo infatti che non esiste solo la donna di tipo ginoide ma in alcuni casi anche l’uomo, stessa cosa vale per i soggetti androide (se vuoi approfondire QUI trovi un articolo dedicato con anche una Scheda d’allenamento per la donna ginoide).

Ora soffermiamoci un attimo sul rapporto postura e culotte de cheval che ti accennavo sopra.

CULOTTE DE CHEVAL E POSTURA

La maggior parte delle donne ha la postura con:

  • Schiena molto inarcata
  • Sedere in fuori
  • Gambe più o meno a X (valghe)

In questa postura è presente un accorciamento del muscolo tensore della fascia lata (muscolo dell’esterno coscia).

Questo accorciamento equivale a una fibrotizzazione del muscolo (aumenta la componente fibrosa che è metabolicamente meno attiva di quella muscolare).

Il risultato è che si accumula più grasso.

Come se non bastasse abbiamo visto che le donne accumulano già di natura in questa zona.

CULOTTE DE CHEVAL E CELLULITE NELL’INTERNO COSCIA

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato una correlazione tra l’accumulo di adipe (nonché cellulite) nelle culotte de cheval e l’interno coscia.

Ora te lo spiego dal punto di vista scientifico in modo più semplice possibile.

Partiamo dal presupposto che il nostro corpo vuole l’equilibrio.

Se un muscolo si accorcia il suo antagonista generalmente si allunga (è un po’ come avere 2 elastici collegati: se uno tira di più bisogna che l’altro tiri meno per non rompere l’equilibrio).

Mi segui?

Abbiamo visto che il muscolo dell’esterno coscia (il tensore della fascia lata) è solitamente accorciato da chi presenta le culotte de cheval.

Il suo antagonista è il muscolo dell’interno coscia (adduttore) che di conseguenza è allungato.

I muscoli allungati, al pari di quelli accorciati, sono metabolicamente meno attivi.

Questo si traduce in facilità di accumulo adiposo in quella zona (oltre che per profilo ormonale).

CULOTTE DE CHEVAL E PRESSOTERAPIA

Molte donne esasperate dalla situazione provano a ridurre/eliminare le culotte de cheval ricorrendo alla pressoterapia.

Voglio subito mettere in chiaro che la pressoterapia e i trattamenti estetici esulano dal mio campo operativo.

L’unica cosa che so è che la pressoterapia serve a drenare i liquidi in eccesso nella zona in cui è applicata.

Probabilmente può essere utile in certi casi.

La pressoterapia difficilmente elimina le culotte de cheval.

Come abbiamo visto sopra queste sono per lo più un pannicolo adiposo (grasso) e non solo acqua.

Il mio consiglio è di parlare e valutare con uno specialista del settore se realmente possono esserti utili in qualche modo.

CULOTTE DE CHEVAL E PILLOLA ANTICONCEZIONALE

Come probabilmente saprai la pillola anticoncezionale immette nel tuo corpo un’ondata di ormoni femminili.

Gli ormoni femminili promuovono una distribuzione del grasso corporeo in alcuni punti critici.

Di conseguenza la pillola anticoncezionale può amplificare questa cosa.

3 DIVERSI SOGGETTI CON CULOTTE DE CHEVAL

Esistono 3 tipologie di soggetti che hanno le culotte de cheval:

  • Donna in sovrappeso
  • Donna normopeso
  • Donna sottopeso

Il trattamento in questi soggetti tramite attività fisica e alimentazione sarà leggermente diverso.

Nel paragrafo successivo lo vediamo.

Seguimi.

GLI UNICI 2 RIMEDI NATURALI CHE FUNZIONANO DAVVERO

Eccoci finalmente giunti agli unici 2 rimedi naturali che funzionano davvero al fine di ridurre/eliminare le culotte de cheval.

Il 1° è l’attività fisica.

Il 2° è l’alimentazione.

Andiamo ora a sviscerare per bene quali sono le caratteristiche che dovrà avere l’una e l’altra.

LE 3 CARATTISTICHE DELL’ATTIVITA’ FISICA

Ora ti parlo delle 3 caratteristiche che dovrà avere l’attività fisica in generale poi, analizzeremo insieme i 3 casi che ti ho accennato sopra (culotte de cheval nella donna sovrappeso, normopeso e sottopeso).

  1. POSTURALE: come ti ho detto una delle cause più diffuse è un’errata postura mantenuta durante il giorno (o per motivi di lavoro, emotivi, culturali, ecc…).

Il mio consiglio è di svolgere 1 o 2 volte alla settimana 10/15 minuti incentrati sull’allungamento muscolare classico o, ancora meglio con esercizi di stretching globale decompensato.

  1. MUSCOLARE: per attività muscolare si intende una qualsiasi tipo di attività fisica breve e intensa svolta contro resistenza (pesi, corpo libero, ecc…).

Questo tipo di attività è fondamentale per tonificare, rassodare e migliorare la composizione corporea a favore della massa magra.

Consiglio almeno 2/3 sedute la settimana da 30/40 minuti minimo.

Se ti alleni a casa o in palestra eccoti alcune schede gratuite:

scheda glutei perfetti a corpo libero

allenamento completo con 2 bottiglie d’acqua

scheda con manico di scopa

allenamento braccia donne ! scheda COMPLETA

  1. CARDIOVASCOLARE: anche detta più comunemente attività aerobica o cardio.

La classica camminata va benissimo.

Fare attività cardio serve a migliorare tutto l’insieme della circolazione corporea.

Attenzione fare solo cardio NON fa dimagrire (ho scritto un articolo dedicato se vuoi approfondire, lo trovi QUI).

Il mio consiglio è di dedicare un paio di volte a settimana almeno 30/40 minuti.

LINEE GUIDA PER UN’ALIMENTAZIONE PER RIDURRE/ELIMINARE LE CULOTTE DE CHEVAL

Sento spesso gente che prima mi chiede:

“come devo mangiare per dimagrire?”

Io dico loro che non serve fare una dieta rigida ma basta semplicemente seguire alcune semplici linee guida tipo:

  • Fare 5/6 pasti al giorno
  • Consumare cibi allo stato naturale
  • Bere almeno 2L d’acqua al giorno

E quello che 9 volte su 10 mi rispondono è: “non ho tempo”

Tralasciamo per un attimo il discorso culotte de cheval…

Se non trovi adesso il tempo da dedicare alla tua salute dovrai spendere tempo e soldi nei prossimi anni per curarti…

E la salute difficile che torni quando l’hai persa.

Comunque se intendi ridurre/eliminare le culotte de cheval di seguito trovi 9 linee guida per un alimentazione sana e equilibrata che puoi mettere in atto senza fare diete.

DIETA E ALLENAMENTO NEI 3 DIVERSI SOGGETTI

La parola dieta la utilizzo come sinonimo di alimentazione sana ed equilibrata.

Come promesso ora ti dico le differenze nell’approccio a tutto questo se sei una donna in:

  • SOVRAPPESO: e intendo dai 8/10 chili di sovrappeso in su.

In questo caso dovrai adottare un regime alimentare ipocalorico del 20-30% con le caratteristiche dette sopra con un attività fisica incentrata soprattutto sul lavoro muscolare.

Concentrarti sul lavoro muscolare 2/3 o anche 4 volte a settimana ha lo scopo di mettere il turbo al tuo metabolismo ed effettuare una ricomposizione corporea grazie anche all’attività cardio 2/3 volte a settimana.

Attività Posturale basta 1 volta.

Questo abbinata a un’alimentazione ipocalorica è vincente (tanto per farti un esempio, se calcoli che il tuo fabbisogno giornaliero è di 1800 Kcal significa che qui hai bisogno di stare tra 1260 e 1440 Kcal.)

  • NORMOPESO: Ci sono donne con un peso normale che hanno comunque le culotte de cheval a causa del profilo ormonale.

Quello che consiglio loro di fare è adottare un’alimentazione sana ed equilibrata seguendo le 9 linee guida dette sopra e di praticare regolarmente attività fisica nella misura vista sopra nelle 3 tipologie.

Alterna con un rapporto di 3 a 1 un alimentazione normocalorica a un’alimentazione leggermente ipocalorica (deficit del 5-10%);

  • SOTTOPESO: ti sarà capitato di vedere ragazze magre e secche che comunque avevano le culotte de cheval.

Come abbiamp visto questo dipende dal profilo ormonale ma in queste ragazze il mio consiglio è di prediligere l’attività muscolare 3-4 volte a settimana per tonificare, rassodare e innescare una miglior lipolisi (consumo dei grassi).

Attività posturale e cardio sono sufficienti 1 volta a settimana.

Per quanto riguarda l’alimentazione alternerai cicli di leggermente ipercalorica (surplus 5-10%) a alimentazione leggermente ipocalorica (deficit del 5-10%) con un rapporto di 3 a 1 in favore dell’ipercalorica.

CONCLUSIONI

Anche per oggi è tutto.

Spero tu abbia capito che non esistono esercizi specifici per eliminare le culotte de cheval.

Questi sono accumuli adiposi che dipendono in buona parte dal profilo ormonale femminile.

Quello che funziona con certezza è seguire un alimentazione sana, corretta ed equilibrata abbinata a una regolare attività fisica giornaliera.

Se sarai costante ti assicuro ridurrai o addirittura eliminerai le culotte de cheval e vedrai i vestiti appoggiarsi meglio sui fianchi come desideri.

Diffida da chi ti propone esercizi specifici o rimedi innaturali senza fare fatica.

Se hai domande scrivi pure sotto nei commenti.

Grazie per il tempo dedicatomi e grazie a Coach Miletto di ospitarmi qua sul suo blog.

A presto.


Articolo a cura di Mattia Babetto Personal Trainer, esperto in ginnastica posturale e di Functional Training. Co-fondatore di fisicofunzionale.com

guide miletto

ADD COMMENT